Elettromagnetismo - Lavoro elettrico e Potenziale elettrostatico | Knowledge Center Didattica | Knowledge Center Didattica
Crea sito

Elettromagnetismo - Lavoro elettrico e Potenziale elettrostatico

Lavoro della forza elettrica, tensione e potenziale


Come abbiamo già imparato dal capitolo precedente, ogni carica sottoposta ad una forza genera sempre una regione di spazio definita come campo elettrico sia essa di natura elettrica o meno. Se una carica di prova viene immersa in una regione di spazio dove è presente un campo elettrico e, quindi, delle cariche (fisse o in moto uniforme) essa risentirà della forza elettrica mediante la (1.8).
Come tutte le forze anche la forza elettrica compie lavoro e quindi avremo:

lavoro compiuto da una forza elettrica

lavoro compiuto da una forza elettrica

         

(2.1)

con θ angolo fra F (o E identico) e ds. Se vogliamo calcolare W dobbiamo estendere l'integrale alla linea C1 in considerazione:

                    (2.2)

All'opposto dell'integrale dell'ultimo passaggio, ovvero il rapporto W/q0, preso col segno meno, si dà il nome di tensione elettrica tra due punti A e B o differenza di potenziale tra A e B di un percorso C1 indipendente dal percorso stesso:

tensione elettrica tra due punti A e B

tensione elettrica tra due punti A e B

                 (2.3)

da cui:

                (2.4)

Poiché F è conservativa, lungo un qualsiasi percorso chiuso il lavoro compiuto è nullo. Ad ogni forza conservativa si associa un'energia potenziale che è l'opposto del lavoro compiuto lungo un tratto AB:

               (2.5)


Pages: 1 2 3 4 5 6 7 8